Chi Sono

JENNY VIANT GÓMEZ

italy

Giornalista freelance, sommelier, degustatrice, wine&food advisor, addetta stampa e autrice di contenuti per le aziende enogastronomiche, curatrice di eventi wine&food, ideatrice di circuiti enogastronomici, relatrice e creatrice di corsi amatoriali sul vino.

united-kingdom

I was born in Havana (Cuba) and I’ve been living in Italy for almost twenty years. I’m a wine, food and travel freelance journalist, as well as a certified sommelier. I’ve founded MásWine to spread out wine culture. If interested in wine tours and amazing wine tastings, please contact me.

Curriculm Vitae

Jenny Viant Gómez. Il primo cognome è quello paterno, di origine francese, il secondo è quello di mia madre. Sono cubana della capitale, cittadina del mondo e abruzzese di adozione. Mi trasferisco dall’Avana all’Italia nel 1994, mi avvicino al giornalismo nei primi anni di frequentazione universitaria, ateneo Gabriele D’Annunzio. Inizio a collaborare con la tv dell’ateneo diffusa sul territorio regionale mentre conseguo la laurea in “Mediazione linguistica e comunicazione” e successivamente la specializzazione in “Lingue per l’impresa e la cooperazione internazionale” (voto 110/110 con lode). Qualche anno dopo mi sposo, comincio a lavorare nella testata regionale di tematiche economiche Abruzzo Impresa, coordino la web tv Abruzzo Channel e conseguo l’iscrizione all’Ordine dei Giornalisti.

Oggi sono una giornalista freelance e mi occupo di divulgazione enogastronomica curando la comunicazione delle aziende e organizzando eventi e corsi legati all’ambito del wine & food. Tra  le esperienze e qualifiche da riportare nel curriculum devo elencare: responsabile regionale dell’associazione nazionale Le Donne del Vino, degustatrice iscritta all’albo regionale, sommelier Ais, traduttrice legale iscritta al Tribunale, reporter di viaggio per una trasmissione tv nazionale e coordinatrice regionale per la guida Vinibuoni d’Italia Touring Editore (2015-2017).

Più su di me

Segni particolari: coerente e corretta, figlia unica, ottimista ponderata, edonista, super attenta osservatrice, a tratti introversa. Assidua viaggiatrice,  amo ballare e frequentare bella gente; cioè, persone allegre, sagge, schiette e poco inclini alla recita.

Colori preferiti arancione, bianco e nero. Detesto la maleducazione e la musica a palla, per quest’ultimo dettaglio qualcuno sostiene che io non sia una vera cubana.

Adoro le scarpe, le borse, lo Champagne, il Pinot Nero, il Cerasuolo d’Abruzzo, i vini vulcanici e la sincerità disarmante dei bambini e degli alticci. Tratto distintivo: indosso spesso un bel sorriso eburneo che fa un ottimo contrasto con la mia  carnagione di ebano. Il sorriso ha 2 funzioni, mi fa entrare in sintonia con le persone positive e mi allontana da quelle negative, che di fronte alla solarità di spirito vedono minacciata la loro arida e cupa comfort zone.

Dicono di me (a torto) che sono un po’ altera e algida. Professionalmente rigorosa e dotata di un naso e palato fini. Vado in giro ovunque a caccia di eventi interessanti, manifestazioni e corsi sul vino, in Italia e all’estero. Ho volato fino alla Nuova Zelanda per infangarmi le scarpe nelle vigne di Marlbouruogh, Wairarapa, Ottago e Dunedin, perché sui libri tutto era tanto affascinante quanto terribilmente astratto.

Ho bussato umilmente alle porte di produttori, enologi e agronomi per degustare vini, scrivere articoli e avere informazioni di prima mano. Creare contenuti per Vinoway e Wining è stata un’ottima palestra.

Che altro aggiungere? Beh, sì… Ho uno spiccato e sottile sense of humour. Sono nata sotto il segno dello Scorpione, 1 novembre, Ognissanti di qualche anno fa. Troppi ne sono passati per ritenermi ancora giovane, pochi per dirmi saggia. A proposito di gioventù, in quel periodo ho fatto la modella per 7 anni. Quest’esperienza mi ha lasciato in dote un buon portamento e senso estetico. Hobby: golf, in aggiunta ai già citati viaggi.

Curriculm Vitae

Jenny Viant Gómez. Il primo cognome è quello paterno, di origine francese, il secondo è quello di mia madre. Sono cubana della capitale, cittadina del mondo e abruzzese di adozione. Mi trasferisco dall’Avana all’Italia nel 1994, mi avvicino al giornalismo nei primi anni di frequentazione universitaria, ateneo Gabriele D’Annunzio. Inizio a collaborare con la tv dell’ateneo diffusa sul territorio regionale mentre conseguo la laurea in “Mediazione linguistica e comunicazione” e successivamente la specializzazione in “Lingue per l’impresa e la cooperazione internazionale” (voto 110/110 con lode). Qualche anno dopo mi sposo, comincio a lavorare nella testata regionale di tematiche economiche Abruzzo Impresa, coordino la web tv Abruzzo Channel e conseguo l’iscrizione all’Ordine dei Giornalisti.

Oggi sono una giornalista freelance e mi occupo di divulgazione enogastronomica curando la comunicazione delle aziende e organizzando eventi e corsi legati all’ambito del wine & food. Tra  le esperienze e qualifiche da riportare nel curriculum devo elencare: responsabile regionale dell’associazione nazionale Le Donne del Vino, degustatrice iscritta all’albo regionale, sommelier Ais, traduttrice legale iscritta al Tribunale, reporter di viaggio per una trasmissione tv nazionale e coordinatrice regionale per la guida Vinibuoni d’Italia Touring Editore (2015-2017).

Più su di me

Segni particolari: coerente e corretta, figlia unica, ottimista ponderata, edonista, super attenta osservatrice, a tratti introversa. Assidua viaggiatrice,  amo ballare e frequentare bella gente; cioè, persone allegre, sagge, schiette e poco inclini alla recita.

Colori preferiti arancione, bianco e nero. Detesto la maleducazione e la musica a palla, per quest’ultimo dettaglio qualcuno sostiene che io non sia una vera cubana.

Adoro le scarpe, le borse, lo Champagne, il Pinot Nero, il Cerasuolo d’Abruzzo, i vini vulcanici e la sincerità disarmante dei bambini e degli alticci. Tratto distintivo: indosso spesso un bel sorriso eburneo che fa un ottimo contrasto con la mia  carnagione di ebano. Il sorriso ha 2 funzioni, mi fa entrare in sintonia con le persone positive e mi allontana da quelle negative, che di fronte alla solarità di spirito vedono minacciata la loro arida e cupa comfort zone.

Dicono di me (a torto) che sono un po’ altera e algida. Professionalmente rigorosa e dotata di un naso e palato fini. Vado in giro ovunque a caccia di eventi interessanti, manifestazioni e corsi sul vino, in Italia e all’estero. Ho volato fino alla Nuova Zelanda per infangarmi le scarpe nelle vigne di Marlbouruogh, Wairarapa, Ottago e Dunedin, perché sui libri tutto era tanto affascinante quanto terribilmente astratto.

Ho bussato umilmente alle porte di produttori, enologi e agronomi per degustare vini, scrivere articoli e avere informazioni di prima mano. Creare contenuti per Vinoway e Wining è stata un’ottima palestra.

Che altro aggiungere? Beh, sì… Ho uno spiccato e sottile sense of humour. Sono nata sotto il segno dello Scorpione, 1 novembre, Ognissanti di qualche anno fa. Troppi ne sono passati per ritenermi ancora giovane, pochi per dirmi saggia. A proposito di gioventù, in quel periodo ho fatto la modella per 7 anni. Quest’esperienza mi ha lasciato in dote un buon portamento e senso estetico. Hobby: golf, in aggiunta ai già citati viaggi.

Se vuoi sapere altro
non esitare a contattarmi!
CONTATTAMI