Il Pink Panel sulle onde

Condividi:

Incontro in barca a vela per il club rosa delle wine lovers

Degustazione del Pink Panel in barca a vela

Terzo incontro per il Pink Panel, le wine lovers si sono date appuntamento in barca a vela presso il Porto Turistico Marina di Pescara. Il gruppo tutto al femminile, creato e coordinato dalla giornalista Jenny Viant Gómez,  ha assaggiato vini autoctoni e da vitigni internazionali prodotti da due aziende abruzzesi: Guardiani Farchione di Tocco Da Casauria (Pe) e Tenuta di Sipio, Ripa Teatina (Ch).

Nella degustazione sulle onde, svolta come sempre alla cieca per non influenzare il giudizio delle partecipanti, sono stati approfonditi gli aspetti legati agli abbinamenti gastronomici e le particolarità organolettiche delle espressioni locali da vitigni internazionali.

L’approccio del Pink Panel – creato da MásWine, il lab di comunicazione esperienziale ed eventi privilegia la scoperta di nuovi luoghi dove degustare (per l’occasione la barca è stata messa a disposizione da un imprenditore locale), favorisce il confronto tra le partecipanti, spazia nella proposta dei vini e incentiva il concetto di sharing.

Le assaggiatrici del Pink Panel che si sono radunate per l’incontro   estivo in barca sono Enca Polidoro, Norma Claudia Torrieri, Lorenza Mammarella e Luisa Avallone.

Il Pink Panel del terzo incontro, da sinistra J.V.Gomez, Enca Polidoro, Luisa Avallone, Lorenza Mammarella e Norma Claudia Torrieri

Ricordiamo che il Pink Panel si collega alle teorie scientifiche sulle capacità sensoriali delle donne secondo cui nella regione del cervello atta a ricevere i segnali olfattivi le donne hanno +43% di cellule  e + 50% di neuroni rispetto agli uomini. Molte teorie negano che esistano differenze consistenti.

Le degustazioni al femminile, per il Pink Panel, diventano una piacevole esperienza da mettere in campo, senza scopi scientifici o statistici, ma con la consapevolezza che degustare “in rosa”, e per l’occasione sulle onde, abbia un “sapore” diverso.

Non si assegnano punteggi, si valorizzano gli abbinamenti gastronomici e  si  assaggiano i vini di produttrici e di produttori provenienti da tutti i territori, quindi non solo vini d’Abruzzo (dove è stato fondato il Pink Panel).

IL TASTING

Tenuta Di Sipio

Ingresso Tenuta Di Sipio

Maestosa tenuta ubicata a Ripa Teatina, provincia di Chieti. La moderna cantina, che si integra alla perfezione  con l’annesso fabbricato storico, è circondata da  vigneti da cui si scorgono il mare e la montagna.  Fanno parte della  proprietà una suggestiva sala degustazione e uno spazio panoramico dedicato agli eventi. È tra le location più ricercate d’Abruzzo. Sito dell’azienda. 

Sala degustazione

Giulia Di Sipio

1-Di Sipio Millesimato Bianco Colline Teatine Igp

Blend di uve pecorino, trebbiano e falangina. La fermentazione alcolica avviene in barrique di rovere francese, sosta  18 mesi in legno e segue  lungo affinamento in bottiglia.
Calice giallo  aureo dotato di un bel corpo. Penetrante con i suoi sentori  floreali, burrosi, agrumati e di frutti maturi, come albicocca e pesca incorniciati da profumi speziati e tostati. Sapido, agreste, austero  e molto persistente.

ABBINAMENTI
Jenny: Plateaù di crudité
Enca: Tartare di manzo con contorno di carciofi
Norma: Lasagna bianca di carciofi
Lorenza: Sushi
Luisa: Cotoletta alla milanese

2–Riesling Terre di Chieti Igp

Giallo tenue con riflessi verdolini. Al naso è agrumato e  dagli accenni vagamente esotici, con una scia di menta, salvia e retrogusto di mandorla. Sorso pieno, esaltante, duraturo  e avvolgente.

ABBINAMENTI
Jenny: Risotto ai frutti di mare
Enca: Scaloppina di pollo al limone
Norma: Sogliole al cartoccio
Lorenza: Gnocchi al burro e salvia
Luisa: Formaggio a pasta morbida

Vini in degustazione

Guardiani Farchione

Collage di immagini aziendali

Una cantina storica a conduzione familiare da generazioni. È ubicata a  Tocco da Casauria, in provincia di Pescara alle pendici della Maiella. La magnifica dimora dove ha sede l’azienda, sul corso principale del paese, custodisce cantina e galleria scavate nel tufo.Sito aziendale.

Scorcio della galleria ipogea

Famiglia Guardiani

3-Pinot grigio Colline Pescaresi Igt

Giallo color paglia con una nuance tendente al verde. Note allegre sia agrumate che  di pesca bianca e albicocca, con un tocco di glicine. Abbastanza persistente la lunghezza del sorso.

ABBINAMENTI
Jenny: Verdure in tempura
Enca: Vitello tonnato con giardiniera
Norma: Carpaccio di salmone con scaglie di parmigiano
Lorenza: Alici marinate
Luisa: Crepes con verdure

4–XX Settembre Cerasuolo d'Abruzzo Doc

Rosso ciliegia vivido e invitante. Per Luisa è color “rosa tramonto”. Intenso profumo di ciliegia, fragolina di bosco, confetto, caramella alla fragola e foglie di pomodoro. In bocca mantiene le stesse caratteristiche. Sorso polposo e sapido.

ABBINAMENTI
Jenny: Bruschetta con Ventricina
Enca: Crostini burro e alici
Norma: Pizza
Lorenza: Brodetto di pesce
Luisa: Pecorino di Fossa

5–Corso XX Settembre Montepulciano d’Abruzzo Doc

Rosso rubino con riflessi violacei. Vino dalla consistenza evidente. Al naso è tipicamente balsamico, con note di liquirizia, pepe nero e frutti rossi: amarene e prugna. Note di tabacco  e cannella. Sorso tannico e sapido.

ABBINAMENTI
Jenny: Arrosticini
Enca: Tortilla di peperone
Norma: Zuppa di pesce con sugo di pomodoro
Lorenza: Porchetta
Luisa: Coniglio farcito

I vini in degustazione

Il Pink Panel, un panel di degustazione 100% al femminile

Coinvolge solo donne, sia esperte che eno appassionate, l’oggetto delle degustazioni sono le caratteristiche organolettiche del vino e non si attribuiscono punteggi , molta attenzione viene prestata alle proposte di abbinamento vino-cibo. Si degusta in relax, all’insegna del confronto, in luoghi sempre diversi.
I vini pervengono al panel su base spontanea, gratuita e senza vincoli contrattuali delle cantine con MásWine. Le recensioni vengono pubblicate su www.maswine.it, inviate ai produttori e diffuse attraverso la mailing list.
Scopri le condizioni per inviare gratuitamente i campioni.

Riproduzione riservata ©

Condividi:

Related posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: